LE LECCORNIE DI ERF “SUNRISE SUNSET, DIARIO DI UN KLEZMORIM”

>LE LECCORNIE DI ERF “SUNRISE SUNSET, DIARIO DI UN KLEZMORIM”
­

luglio, 2015

29lug19:45LE LECCORNIE DI ERF “SUNRISE SUNSET, DIARIO DI UN KLEZMORIM”

Leggi tutto

Dettagli

icona leccornie LE LECCORNIE DI ERF – Itinerari di Musica, Scoperte e Degustazioni

MERCOLEDÌ 29 LUGLIO

CASTEL BOLOGNESE Mulino Scodellino

ORE 19.45 visita guidata al seicentesco mulino recentemente restaurato

ORE 20.15 degustazione prodotti del territorio a cura dell’Associazione Amici del Mulino Scodellino

ORE 21.00 “SUNRISE SUNSET, DIARIO DI UN KLEZMORIM”

QUARTETTO K

Stefano Martini violino

Matteo Salerno flauto

Egidio Collini chitarra

Francesco Giampaoli contrabbasso

 

ombrellino In caso di maltempo lo spettacolo verrà recuperato in data 31 luglio

Per partecipare alla visita guidata e degustazione, prenotazione telefonica obbligatoria a ERF 0542 25747

Degustazione € 5

 

Il concerto è incentrato sulla musica klezmer ossia quel repertorio antichissimo dei musicisti ebrei girovaghi che con la loro musica facevano ballare, cantare ma anche commuovere e pregare la gente. In particolare si tratta della musica popolare degli ebrei dell’Europa orientale conservata ed elaborata a partire dal Seicento che risente delle influenze dell’area geografica in cui si è sviluppata. Una terra in cui è possibile sentire le influenze delle musiche magiare, della musica tzigana e di antiche armonie arabe. Da sempre questo tipo di musica ha subito le stesse discriminazioni del suo popolo e nonostante questo ha saputo dialogare ed unirsi ai diversi linguaggi musicali che i musicisti incontravano lungo il loro cammino. Si tratta di un viaggio musicale che parte dalle terre polacche, lituane, russe per approdare negli Stati Uniti, dove l’incontro con il jazz, si traduce in una combinazione di sonorità ebraiche e ritmiche afroamericane.
Il programma prevede l’esecuzione di alcune celebri danze (Bulgar) dal ritmo vivace e sincopato come Der heyser bulgar, di tutta una serie di musiche destinate ai matrimoni come gli allegri e festosi Freylekh o le malinconiche Hora che facevano da sottofondo al rientro a casa dei genitori e che sottolineavano la loro malinconia per il distacco dai figli, oltre ad una serie di brani lenti e rapsodici come le Doine o i Khosidl in cui spiccano le improvvisazioni dei musicisti. Una parte del concerto sarà inoltre dedicata alle musiche del celebre film/musical Il violinista sul tetto vero e proprio capolavoro musicale dedicato a questo genere musicale.

Orario

(Mercoledi) 19:45

Comments are closed.