Boris Andrianov è nato in una famiglia di musicisti. Si è diplomato presso la Scuola di Musica Gnessins di Mosca, ha poi continuato gli studi al Conservatorio Statale di Mosca (classe di Natalia Shakhovskaya) e alla Hochschule für Musik Hanns Eisler sotto la guida di David Geringas.

Vincitore di numerosi concorsi tra cui: il Concorso Internazionale Čajkovskij per Giovani, il Concorso Internazionale Šostakovič Classica Nova di Hannover (1997), il VI Concorso Internazionale per violoncelli Mstislav Rostropovich a Parigi (1997), XI Concorso internazionale di Čajkovskij (3° premio e medaglia di bronzo, 1998), l’International Antonio Janigro Competition a Zagabria (1° premio e premi speciali, 2000) e l’International Isang Yun Competition in Corea del Sud (2003).

Si esibisce come solista con numerose orchestre sinfoniche e da camera, tra cui la Mariinsky Orchestra, la Israel Philharmonic Orchestra, l’Orchestre National de France, la Čajkovskij Symphony Orchestra, la Kammerorchester Berlin, la Russian National Orchestra, la Academic Symphony Orchestra della Moscow Philharmonic e la Kammerorchester Wien sotto la direzione di Valery Gergiev, Vladimir Fedoseyev, Alexander Vedernikov, Vasily Petrenko, Gianandrea Noseda, Roman Kofman e altri. È stato più volte diretto dal celebre compositore e direttore polacco Krzysztof Penderecki, eseguendo il suo Concerto Grosso per tre violoncelli e orchestra.

Boris Andrianov è un grande appassionato di musica da camera; suona spesso in duo con Yuri Bashmet, Leif Ove Andsnes, Menahem Pressler, Akiko Suwanai, Janine Jansen, Julian Rachlin, Denis Matsuev, Alexander Ghindin, Maxim Rysanov, Boris Brovtsyn e molti altri.

Boris Andrianov ha tenuto concerti nelle più importanti sale da concerto della Russia, così come in prestigiose sale da concerto in Olanda, Giappone, Germania, Austria, Svizzera, Stati Uniti, Slovacchia, Italia, Francia, Sud Africa, Corea del Sud, India e Cina, tra gli altri paesi. Ha partecipato a numerosi festival internazionali, come il Royal Festival svedese, il Ludwigsburg Music Festival, il Dubrovnik Music Festival, il Crescendo Festival, il Festival di Edimburgo, il Homecoming Festival, il Davos Music Festival…

Ha al suo attivo una ricca discografia. Nel 2003, il suo album con il chitarrista Dimitri Illarionov, pubblicato da Delos Records, è stato nominato per un Grammy Award. Nel settembre del 2007 il cd con il pianista Rem Urasin, è diventato il cd “Choice of the Month” della rivista Gramophone. Nel 2014-2015 Boris ha pubblicato 4 nuovi cd: uno registrato con il liutista Edin Karamazov, vincitore di un Grammy Award; un altro CD dedicato alle Sonate di J.S. Bach per viola da gamba trascritte per violoncello e bayan con il famoso suonatore di bayan russo Yuri Medyanik; altri due cd, con Dimitry Illarionov (4 suite popolari) e con Rem Urasin (trascrizioni originali di musica di Šostakovič e Rachmaninov), sono stati pubblicati a Parigi e Londra.

Boris Andrianov è il direttore artistico e l’ideatore del progetto Star Generation, che organizza e gestisce concerti di talentuosi giovani musicisti in tutte le città e regioni della Russia. Per questo progetto, nel 2009 Boris Andrianov ha ricevuto il Premio della Federazione Russa per la Cultura. Nel 2008 Mosca ha ospitato il primo festival di violoncelli in Russia, il festival VIVACELLO, di cui Andrianov è direttore artistico.

Dal 2005, Andrianov suona il violoncello “Domenico Montagnana” dalla collezione statale russa di strumenti musicali unici. Dal 2009 è docente presso il Conservatorio Statale Čajkovskij di Mosca.

 

scarica il materiale per la stampa
scarica il materiale per la stampa