GIUSEPPE ETTORRE

Primo contrabbasso solista dal 1991 dell’Orchestra e della Filarmonica della Scala, in cui è entrato nel 1987 sotto la direzione musicale di Riccardo Muti, svolge anche una intensa attività cameristica e concertistica. Nato a Ravenna da genitori Calabresi, ha studiato sino al diploma con Leonello Godoli a Forlì , e successivamente per cinque anni con Franco Petracchi a Cremona e a Siena , presso l’Accademia Chigiana. Vincitore nel 1991 del Concorso dell’ ARD di Monaco di Baviera , è stato premiato anche al Concorso “Bottesini” di Parma nel 1989. Socio fondatore e Presidente dell’ ”Ensemble Strumentale Scaligero”, fa parte anche del gruppo “I Cameristi della Scala”, e ha registrato su CD opere di Bach, con la clavicembalista Emilia Fadini,e di Rossini, Bottesini, Berio, Henze, Piazzolla per l’etichetta “NBB Records”. Di recente uscita il CD “Sextet” (etichetta Decam-Tdd/Edel), che comprende sedici sue composizioni da cui traspare l’interesse per forme musicali moderne, dal jazz alla new age. In tale contesto ha suonato in quintetto anche con Bobby Mc Ferrin, e in trio con Stefano Bollani in un concerto con la Filarmonica della Scala e Riccardo Chailly registrato su DVD per la Decca. Fra i concerti solistici, ha suonato con l’Orchestra dei Bayerischen Rundfunks, la Filarmonica della Scala (“Per questa bella mano” di W.A.Mozart, Gran Duo Concertante di G.Bottesini) e l’Orchestra OSPA di Porto Alegre in Brasile (Concerto di Nino Rota). In ambito cameristico ha collaborato anche con il Sestetto dei Berliner Philarmoniker, il Quartetto Borodin, il Quartetto della Scala e il Trio di Parma, con cui sta portando in tournèe nei principali teatri italiani il Quintetto “La Trota” di Schubert. E’ docente a Milano presso l’Accademia della Scala e la Scuola Musicale, a cui si aggiungono masterclass in Italia e nel mondo. Dal 2016 è inoltre docente presso i Corsi di perfezionamento dell’Accademia Chigiana di Siena, e da settembre 2017 è stato nominato “Visiting International Teacher” al Conservatorio di Birmingham (UK). Suona uno strumento di Custode Marcucci (1890 c.a.).

 

PIERLUIGI DI TELLA

Dopo essersi diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna, ha seguito corsi di perfezionamento in Italia e all’estero con musicisti di fama internazionale ma determinanti per la sua formazione artistica sono stati gli studi con il M° Sergio Fiorentino e, per l’alto perfezionamento della tecnica, il M° Gilbert Cook alla “Ecole Supérieure de Piano” in Svizzera. La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in Italia, Danimarca, Norvegia, Spagna, Portogallo, Svizzera, Brasile, Bulgaria, Kosovo, Albania, Inghilterra e, in veste di solista, con varie Orchestre tra cui l’Orchestra Filarmonica Nazionale della Repubblica Moldava, l’Orchestra da Camera dell’Accademia di Tirana, l’Orchestra Sinfonica Ucraina di Kiev, l’Orchestra Filarmonica di Bacau, l’Orchestra Pro Arte Marche, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, l’Orch. di Stato di Vidin, etc. Si è sempre dedicato con particolare passione alla musica da camera collaborando con i prestigiosi “Quartetto di Cremona”, “Gli Strumentisti del Teatro Alla Scala” di Milano, “Nuovo Quartetto Malatestiano”, “La Camerata del Titano”, con il fagottista Paolo Carlini, il cornista Guido Corti e con Giuseppe Ettorre e Alessandro Serra Primi contrabbassi del Teatro Alla Scala di Milano. È stato pianista collaboratore ai corsi di perfezionamento tenuti da Julius Baker, Diego Dini Ciacci, Paolo Carlini, nei corsi estivi di alto perfezionamento di Bertinoro (FC) tenuti da Alessandro Serra e Giuseppe Ettorre e, dal 2016, è pianista collaboratore all’Accademia Chigiana di Siena.Vincitore di Concorsi Nazionali ed Internazionali, tiene Corsi di Perfezionamento Pianistico ed è stato spesso membro di giuria in Concorsi Pianistici. Ha effettuato diverse incisioni discografiche e, per la storica Casa Editrice “Carrara” di Bergamo, cura la collana didattica, di 12 volumi con CD allegato, “Biblioteca del Giovane Pianista”. È docente presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia e l’Istituto Musicale “A. Masini” di Forlì.

scarica il materiale per la stampa