Sabato 25 settembre (ore 19:30) nel Giardino storico del Palazzo Vescovile di Imola, un nuovo concerto di Emilia Romagna Festival per festeggiare l’arrivo dell’autunno. Il giovane fuoriclasse della fisarmonica, Andrea Coruzzi, si esibirà con un originale repertorio spaziando nei generi musicali, dal tango alle trascrizioni classiche.

Nello splendido Giardino del Palazzo Vescovile, un concerto interamente dedicato alle suggestioni della fisarmonica, strumento evocativo e struggente, che qui sarà esaltato dalla genialità di Andrea Coruzzi, giovanissimo talento, già affermato e apprezzato musicista. In programma musiche classiche di  Mozart e Paganini, ma anche brani di autori contemporanei come Franck Angelis, Vladimir Zubitsky, Astor Piazzolla, Richard Galliano, con anche una composizione originale dello stesso Coruzzi.

Andrea Coruzzi, classe 98, suona la fisarmonica dall’età di dieci anni, diplomandosi anche in sax con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Massimo Ferraguti e laureandosi nel biennio specialistico con lo stesso insegnante con lode e menzione nel luglio 2019. Ha suonato più volte con grandi orchestre come la Cherubini, l’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, i Filarmonici del Teatro comunale di Bologna, ed è stato diretto da bacchette prestigiose tra cui quelle di Riccardo Muti, Wayne Marshall, Timothy Brock e Troy Miller. Da gennaio 2020 fa parte della Toscanini Next. Ha inciso per l’etichetta discografica “EMA VINCI” un album dedicato a Giuseppe Verdi in duo con il violinista Paolo Mora.

 

Programma & info